Katrin digita la parola “Natale”, perché, cercando di non pensarci, ci ha appena pensato.